FORUM SPINNING & ARTIFICIALI (chiuso)

di Francesco Capomassi

 

Luca (Milano)
Ciao, mi potresti spiegare come si usano i nuovi artificiali MULLET della ILBA? Si usano dalla riva o anche a traina? Che esche si devono montare sull'amo? Grazie.

Il Mullet, riprende in auge un vecchio artificiale o sistema di artificiale, molto in uso per la pesca dei cefali in acque salmastre, ovvero foci, lagune e aree limitrofe le uscite d'acqua dolce sul mare. Si tratta di una combinazione tra il classico cucchiaino che però si "allunga" nel terminale con l'inserimento di un nylon con legato un amo da mare singolo. A questo amo si innesca solitamente (ma dipende dalle esigenze personali di pesca e del luogo...), muriddu, tremolina, verme di terra, bigatti... Solitamente io uso questa esca nell'interno del fiume a poche centinaia di metri dalla foce stessa, pescando comodamente da pontili di barche o manufatti, con canna da spinning. I cefali attaccano e divertono la pescata. Non ho mai utilizzato questa esca in traina ma non mi sento di consigliarla e non la ritengo utile in questo sistema.


Giustino ( )
La canna della Fenwick modello S2 da 7 piedi è adatta per il torrente o le acque calme (potenza di lancio canna 7-28 grammi)?

Salve! Premetto che le canne vanno sempre prese in mano e "saggiate" per capirne le caratteristiche, ma soprattutto la sensazione di primo impatto che si avverte con la propria mano. Tuttavia sulla carta vedo che si tratta di un modello di circa 2,10 mt. e che lancia fino a 28 grammi. La lunghezza va benissimo, mentre per il range di lancio intuisco che potrebbe essere un modello ad azione media, probabilmente con una adeguata rigidità, visto che parte da 7 grammi. Direi che si tratta di una canna "all-round" e che se sulla tua mano frustandola la senti non troppo dura e rigida, ma con una certa flessibilità piacevole e che lascia presagire sensibilità e flessibilità, specie con le esche da 5, 7, 9 e 12 grammi massimo, allora direi che è una canna da utilizzare per i fiumi e le acque calme. Sul torrente in senso stretto, ovvero inteso proprio come torrente, forse potrebbe essere un tantino esagerata come potenza.


Antonio (Vicopisano)
Ciao Francesco, volevo conoscere la tua opinione riguardo l'uso della comoda girella con moschettone che molti di noi utilizzano per cambiare velocemente l'artificiale (spinning mare e traina costiera). Nuoce all'appetibilità dell'esca? Ci sono alternative?

Molte case raccomandano, Rapala compresa, l'uso della girella sui rotanti e gli ondulanti, mentre per i minnows è preferibile mettere un moschettone o andare con un nodo diretto che formi l'asola.


Antonio (Trevi)
In tutti gli interventi non si parla mai della colorazione della parte retro della paletta. Anch'essa emana riflessi luminosi che danno fastidio alla trota. Quali colorazioni abbinare rispetto alla parte anteriore della paletta A. O. R. N.? Il colore verde e marrone che sono alla vista delle trote i più comuni, perchè non figurano tra quelli indicate negli interventi precedenti? Inoltre, una staffetta più grande o più piccola rispetto a quelle montate dalle case produttrici può rendere irregolare la rotazione e quali sono i possibili effetti? La ringrazio. Antonio

Il retro paletta in genere viene sempre lasciato con la sua colorazione naturale. Difficilmente le aziende produttrici vi pongono mano. Sicuramente ha una incidenza inferiore rispetto ai riflessi del lato superiore, ma l'osservazione è comunque giusta. Probabilmente la capacità riflettente non è la stessa del lato concavo che si, prende meglio la luce in forma più diretta. Il problema dell'abbinamento interno del colore si può anche aggirare con un semplice scuramento fatto attraverso vernice spray opacizzata. Va bene per questo anche un nero e basta. Una staffetta un po' più grande del dovuto non è un problema.


Denis (La Spezia)
Volevo sapere l'ondulante Ilba Linus da 5,5 cm colore arancio e fluorlemon quando devo usarli. Grazie.

Sono colori che in genere vanno bene con le acque un po' velate e non troppo trasparenti e cristalline. Tuttavia molto spesso si usa l'arancio anche in acque chiare, visto che si tratta di una tonalità naturale e non troppo accesa come il fluorlemon.


Davide (Toirano)
Salve, sono Davide dalla provincia di savona: mi può consigliare qualche vostro artificiale per la spigola in porto e da riva e per la trota in laghetto? Mi sto avvicinando allo spinning e non so nulla. Grazie a presto.

Con le Spigole vanno molto bene gli ondulanti di colore argento, anche con sfaccettature martellate e piumetta inserita, tipo LINUS, DENTEX e BLITZ.


Denis (La Spezia)
Vorrei diventare bravo a spinning con ondulante e sono appassionato del Linus: FRANCESCO dammi per favore tutti i consigli che sai per i laghi e fiumi, i vari colori e i pesci da insidiare, la pesca alla spigola nel fiume. Vorrei una tabella con i vari colori degli ondulanti da usare se ce sole o piove. Grazie, tanti saluti.

La variazione di colore con le catture che hai avuto è probabilmente un fattore legato alla stagione. Ovvero, con l'argento probabilmente hai avuto risultati migliori in periodo pre-primaverile, con le giornate chiare o coperte, ma non certamente luminose come adesso. Il colore nero è infatti una ottima scelta in acque chiare e sottoposte a forte irraggiamento solare. Non emette riflessi fastidiosi ed è molto adescante. Trovo efficace anche l'arancio, sia in giornate regolari sia in acque medio – velate.


Michele Ghiozzi (Bedonia)
Ciao, io pesco Fario nel torrente e vorrei sapere che tipo di artificiale è più adatto e quale colore del rotante è più efficace...Grazie.

Ciao, premesso che nulla è matematicamente certo, in torrente io sceglierei rotanti del nr.0 o al massimo del nr.2 con paletta lunga (se c'è una buona corrente) altrimenti con la classica paletta tondo. Colori preferibilmente non troppo brillanti: rame, oro, argento con puntini nero o rossi.


Andrea (Treviso)
Salve sig. Francesco, io pesco in molti tratti di fiume no-kill nella provincia di Treviso e per comodità ho montato tutte le mie esche con un solo amo senza ardiglione però quando mi capita di andare a pescare in tratti liberi sono molto scettico e poco convinto nel pescare con un solo amo, soprattutto con i minnow e se mi dovesse capitare di agganciare grosse trote, perché con l'ancoretta ho più sicurezza che il pesce non mi si slami! Lei cosa ne pensa? Grazie.

Ti capisco. La questione molto semplice è: devi trattenere le trote per questioni alimentari o le vuoi semplicemente pescare e rilasciare? Altrimenti è inutile inserire ami singoli senza ardiglione. Tuttavia la soluzione più immediata è sicuramente quella di disporre di un secondo set di artificiali dotati di amo singolo, ma con ardiglione. In questo modo non arrechi eccessivi danni al salmonide, visto che hai un solo amo, ed è molto più semplice l'operazione di slamatura, nel caso tu debba eseguire il rilascio. Quando vai in tratti no-kill, utilizzi altre esche che avrai già preparato senza ardiglione.


Fancesco (Castelli Calepio BG)
Buon giorno, sono interessato alla pesca in torrente fondo valle (tipo il Serio a Seriate) o poco sotto. Mi saprebbe consigliare un rotante o altro artificale idoneo a questo tipo di pesca? Saluti.

Se il volume dell'acqua o della spinta della corrente non è eccessiva e con molta turbolenza, allora può andare bene un Ilba classico, Tondo non decorato del nr.2, colori rame o paletta nera. Altrimenti per stare bene in acqua o si sale per il nr.3 che pesa appena di più oppure bisogna optare per i modelli con paletta lunga che rimangono meglio a mezz'acqua e non tendono a schizzare fuori in caso di recupero abbastanza accentuato. Lungo non decorato, nr.1, paletta R oppure N. - Ecu Alpha nr.1, paletta ORE.


1